lunedì 30 gennaio 2017

romanticismo - motivi e protagonisti dell'area russa

romanticismo - motivi e protagonisti nell'area russa

dati specifici e linee di un panorama

Con l'inizio del Settecento la letteratura russa comincia ad accogliere influenze e suggestioni derivanti dalla cultura europea inizia quel periodo pietroburghese (nel 1713 Pietro il Grande trasportò  la capitale a Pietroburgo ) che in primo tempo è caratterizzato dalla penetrazione dei modelli del teatro classico francese in un secondo tempo  cioè durante gli ultimi anni di Caterina II  (regnò da 1762 al 1796) accoglie le varie componenti  della cultura europea di fine settecento, nella quale negli orientamenti illuministici si intreccia il gusto neoclassico.
Esemplare  e significativa in questa prospettiva è l'opera di K. N. Batjuskov (1787 - 1835) che cercò  i suoi modelli tra i poeti  dell'antichità e altresì nell'Italia di cui fu ammiratore, riuscendo a dare alla lingua russa la dolcezza di quella italiana accanto alla sonorità propria del classicismo francese  e alla concisione dei classici latini  e greci. L'Ottocento si apre con le Favole (1805) di Krylov nelle quali  la critica unanimemente oggi riconosce  una notevole presenza della lezione dei classici  ma nel contempo  un'attenzione  al folklore  russo, una  serie di spunti polemici  verso la realtà contemporanea, una corposa  disposizione realistica. Le Favole sono un primo esempio  della specifica connotazione russa - in una dimensione storica e realistica - che assumono le suggestioni straniere

Suggestioni romantiche e vocazione artistica

Lo stesso si può dire avvenga quando la letteratura russa si apre alle influenze romantiche. Il ruolo avuto da Batjusckov per il neoclassicismo lo ha per la produzione romantica europea V. A. Zukowski (1783 1852) che traduce Byron W: Scott Burger. Attorno al 1820 anche in Russia si diffonde il mito Byron e le sue componenti tipiche ribellismo estraneità e polemica con la società eccetera. Trovano terreno adatto nella crisi che, nella intelligenza russa è provocata dal fallimento dei moti decabristi del 1825. Tuttavia Puskin l'autore al quale tutta la letteratura posteriore avrebbe guardato si accosta a quel mito e in generale alle situazioni tipiche del romanticismo con un atteggiamento particolare arricchisce la storia di Eugenio Oneghin una serie di elementi l'attenzione al folklore la disposizione e realistica eccetera .    estranee alle analoghe storie romantiche europee opera il passaggio verso la grande stagione della letteratura russa. Il realismo nelle sue varie sfumature. L'altro autore esemplare del romanticismo russo da noi scelto e Lermontov e rimane invece più vicino tipico eroe romantico della produzione occidentale lo scavo intimistico esistenziale il segno qualificante della sua produzione. In breve : sembra legittimo concludere che l'esperienza romantica in Russia tranne il caso delle Lermontov si orienta rapidamente verso forme realistiche e oggettive che troveranno la loro espressione nella grande fioritura del romanzo da Gogol' a Tolstoj che caratterizza tutto il secondo Ottocento